Lo zinco e l’immunità cellulare – seconda parte

Lo zinco e l’immunità cellulare – seconda parte

25 Settembre | Patologie acido-correlate | Dott.ssa Alessandra Rossi

Di seguito riportiamo la seconda parte dell’articolo di approfondimento sullo zinco in cui sono state esposte le evidenze scientifiche condotte in merito al deficit di zinco e al deficit dell’ormone timico. In questa seconda parte, si riportano le modalità d’azione dello zinco sul sistema immunitario e sugli studi condotti rispetto ai livelli di zinco in casi di celiachia.

 

Modalità di azione dello zinco sul sistema immunitario

In merito ai meccanismi che intervengono nella relazione tra lo zinco e il sistema immunitario sono state formulate varie ipotesi:

  1. Lo zinco è essenziale all’attività di numerosi enzimi. Vengono disattiva-ti oltre 100 metalloenzimi in assenza di zinco, in quanto esso partecipa al processo catalitico. Il coinvolgi-mento di alcuni metalloenzimi nel metabolismo nucleotidico potrebbe spiegare gli effetti dello zinco sulla proliferazione linfocitaria.
  2. L’attività di alcuni mediatori richiede la presenza di zinco, come è stato chiaramente dimostrato per la ti-mulina. Ciò potrebbe valere anche per altri fattori, come le citochine o i fattori della crescita, quali il nerve growth factor (NGF o fattore di crescita del sistema nervoso).
  3. Lo zinco potrebbe contribuire alla stabilizzazione delle membrane, agendo a livello del citoscheletro. Tale effetto spiegherebbe l’interazione dello zinco con i fagociti e alcuni recettori delle membrane dei linfociti T.
  4. Lo zinco potrebbe fungere da regolatore dell’RNA messaggero, responsabile della sintesi della metallotioneina a livello intestinale.
  5. Infine, lo zinco potrebbe agire direttamente attraverso il proprio effetto mitogeno come attivatore policlonale dei linfociti T ed eventualmente dei linfociti B.
Registrati per vedere l'articolo completo

Sei un professionista della salute? Registrati alla prima community dedicata all’Acidosi Metabolica latente per accedere all’area riservata e al materiale scientifico di approfondimento!