La dieta occidentale e la liberazione di cortisolo

La dieta occidentale e la liberazione di cortisolo

Nel precedente articolo è stato ampiamente trattato il legame tra stress e Acidosi Metabolica. Ci si è anche soffermati sulla relazione tra Acidosi e liberazione di cortisolo – detto ormone dello stressin circolo[1] ed è stato sottolineato come questo crei un terreno favorevole per l’insorgere, nel tempo, di insulino-resistenza. Appare quindi determinante, se non imprescindibile per una vera e seria prevenzione/cura, studiare e attuare sia interventi di correzione alimentare che di modulazione psicoemozionale capaci di incidere positivamente sulla salute dell’organismo[2],[3],[4].

Cortisolo e dieta occidentale

È ormai chiaro come l’alimentazione, ricca in:

  • zuccheri semplici
  • carboidrati raffinati
  • cibi con poche fibre
  • proteine dal basso valore biologico
  • grassi saturi
  • grassi idrogenati 

tipica del mondo occidentaleinsieme allo stress e a uno stile di vita non idoneo –  promuova un aumento della produzione e liberazione di cortisolo[5], incrementando i rischi cardiovascolari e di obesità, oltre a costituire un presupposto per un minore benessere anche mentale[6],[7].

La liberazione di cortisolo può essere attenuata anche da interventi alimentari – come la neutrobasificazione tramite bicarbonati – utili per contribuire a scongiurare i rischi sopra menzionati[8],[9],[10]. Da differenti studi, tra cui quello ormai storico di Maurer (2003), è emerso chiaramente come non basti somministrare bicarbonati: è l’insieme di bicarbonati e citrati, come in una dieta effettivamente alcalina (con un consumo corretto di vegetali), che porta a una significativa riduzione dell’Acidosi Metabolica Cronica.

 

 

[1] Maurer M, Riesen W, Muser J, Hulter HN, Krapf R: Neutralization of Western diet inhibits bone resorption independently of K intake and reduces cortisol secretion in humans. Am J Physiol Renal Physiol 2003

[2] Walker RJ, Strom Williams J, Egede LE. Influence of Race, Ethnicity and Social Determinants of Health on Diabetes Outcomes. Am J Med Sci. 2016 Apr

[3] Crump C, Sundquist J, Winkleby MA, Sundquist K. Stress resilience and subsequent risk of type 2 diabetes in 1.5 million young men. Diabetologia. 2016 Apr

[4] Noordali F, Cumming J, Thompson JL. Effectiveness of Mindfulness-based interventions on physiological and psychological complications in adults with diabetes: A systematic review. J Health Psychol. 2015 Dec 30

[5] Remer T, Dimitriou T, Maser-Gluth C: Renal net acid excretion and plasma leptin are associated with potentially bioactive free glucocorticoids in healthy lean women. J Nutr 2008, 138:426S-430S.

[6] Dawson-Hughes B, Harris SS, Ceglia L: Alkaline diets favor lean tissue mass in older adults. Am J Clin Nutr 2008, 87:662-5.

[7] Murakami K, Sasaki S, Takahashi Y, Uenishi K: Association between dietary acid-base load and cardiometabolic risk factors in young Japanese women. Br J Nutr 2008, 100:642-51.

[8] Pasquali R, Vicennati B, Cacciari M, Pagotto U: The hypothalamicpituitary-adrenal axis activity in obesity and the metabolic syndrome. Ann N Y Acad Sci 2006, 1083:111-28

[9] Whitworth JA, Williamson PM, Mangoes G, Kelly JJ: Cardiovascular consequences of cortisol  excess. Vasc Health Risk Manag 2005,1:291-9.

[10] McEwan BS: Stressed or stressed out: what is the difference? J Psychiatry Neurosci 2005, 30:315-8.

Registrati per vedere l'articolo completo

Sei un professionista della salute? Registrati alla prima community dedicata all’Acidosi Metabolica latente per accedere all’area riservata e al materiale scientifico di approfondimento!