Warburg, acidità e metabolismo dei tumori

Warburg, acidità e metabolismo dei tumori

8 Ottobre | Oncologia | Redazione

Il cancro – secondo quanto riportato sul libro dei tumori dell’AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) – nel 2013, ha ucciso 175.000 Italiani, circa 500 persone ogni 24 ore e ne ha fatte ammalare circa 1000 al giorno. Per questo motivo, sono allo studio nuove strategie attraverso le quali attaccare le cellule cancerogene

L’intera comunità scientifica guarda, per esempio, con grande attenzione alle potenzialità della terapia antiacida in funzione antitumorale. 

L’idea di base è che i tumori sono acidi e che ogni approccio terapeutico deve partire da questo punto fermo.

In realtà questa strada non è poi così nuova, ma è già stata battuta dal Dottor Otto Heinrich Warburg, che nel 1926 pubblicava con altri autori su The J. of General Physiology l’articoloThe Metabolism of Tumors in the Body”, dove analizzava il fenomeno poi passato alla storia come effetto Warburg.

Registrati per vedere l'articolo completo

Sei un professionista della salute? Registrati alla prima community dedicata all’Acidosi Metabolica latente per accedere all’area riservata e al materiale scientifico di approfondimento!