Acidosi Metabolica: ipertensione e il ruolo del regime alimentare

Acidosi Metabolica: ipertensione e il ruolo del regime alimentare

24 Aprile | Alimentazione | Redazione

L’acidosi metabolica è caratterizzata, in prima battuta, da una diminuzione della concentrazione sierica del bicarbonato e, tale diminuzione comporta, in secondo luogo, una diminuzione della pressione arteriosa di anidride carbonica con conseguente diminuzione del pH del sangue.

 

Acidosi metabolica acuta e cronica

Esistono essenzialmente 2 condizioni peculiari di questa problematica1, quali l’acidosi metabolica acuta (Fig.1) e l’acidosi metabolica cronica (Fig. 2) che, in estrema sintesi, si differenziano per la durata della condizione clinica manifestata. Entrambe queste condizioni possono essere considerate come delle reazioni avverse delle funzioni cellulari e biochimiche contribuendo all’aumento della morbilità e mortalità.

Figura 1

Figura 2

 

L'acidosi metabolica acuta è relativamente comune tra i pazienti gravemente defedati, come riportato in un recente lavoro effettuato negli Stati Uniti in cui circa il 64% dei pazienti ricoverati nell’unità di terapia intensiva erano affetti da acidosi metabolica acuta mentre solo 1.9% era affetto da acidosi metabolica cronica, differenziazione clinica basata sulla concentrazione sierica di bicarbonato e in base alla funzionalità renale.2

 

Registrati per vedere l'articolo completo

Sei un professionista della salute? Registrati alla prima community dedicata all’Acidosi Metabolica latente per accedere all’area riservata e al materiale scientifico di approfondimento!