Il rapporto tra Acidosi Metabolica e insulino-resistenza

Il rapporto tra Acidosi Metabolica e insulino-resistenza

3 Dicembre | Studi clinici | Redazione

In ambito medico è ormai noto che una condizione di Acidosi Metabolica influenzi la sintesi e l’azione dell’insulina. La presenza di un pH tissutale troppo acido impatta negativamente, infatti, sul metabolismo della Vitamina D, che a sua volta è strettamente coinvolta nella secrezione dell’insulina e incide sulla sensibilità a tale ormone.

Uno studio su Acidosi Metabolica, insulino-resistenza e vitamina D

La conferma di questo meccanismo arriva da uno studio condotto negli Stati Uniti dalla Divisione di Nefrologia dell’Oregon Health Sciences University su otto giovani pazienti con uremia, stato clinico caratterizzato dalla presenza di notevoli quantità di urea e altre sostanze tossiche nel sangue nonché, di conseguenza, dalla compresenza di una condizione di Acidosi Metabolica.

L’obiettivo della ricerca scientifica è stato quello di analizzare gli effetti di un trattamento orale a base di bicarbonato di sodio NaHCO sulla produzione e sull’azione dell’insulina.

I pazienti del campione considerato (3 uomini e 5 donne con un’età media di 18 ± 1 anni), valutati due settimane prima e due settimane dopo il trattamento quotidiano con 3 mEq/Kg di bicarbonato di sodio NaHCO₃, sono stati confrontati con un gruppo di controllo composto da sette coetanei (3 uomini  4 donne con un’età media di 19 ± 1 anni) in perfette condizioni di salute.

Lo studio ha fatto emergere  risultati molto interessanti, contribuendo a chiarire il rapporto tra Acidosi Metabolica e insulino-resistenza.

Registrati per vedere l'articolo completo

Sei un professionista della salute? Registrati alla prima community dedicata all’Acidosi Metabolica latente per accedere all’area riservata e al materiale scientifico di approfondimento!