Tabelle PRAL degli alimenti: pesce e frutti di mare

Tabelle PRAL degli alimenti: pesce e frutti di mare

21 Settembre | Tabelle PRAL | Redazione

Il consumo di pesce, grazie al suo contenuto in acidi grassi omega 3, protegge dalle malattie cardiovascolari.

Quasi tutti i pesci, però, contengono tracce di mercurio. È pertanto opportuno preferire i pesci di piccole dimensioni, che assorbono valori più bassi di questo elemento chimico rispetto a quelli di dimensioni superiori, come ad esempio il pesce spada e il tonno.
La scelta migliore per una dieta equilibrata è rappresentata sicuramente dal pesce azzurro (sgombro, sarde, alici etc.), particolarmente ricco di omega 3 e sali minerali come iodio, ferro e fosforo.

Si consiglia di assumere non più di 1 kg di pesce alla settimana e di limitare il consumo di spada e tonno: questo vale soprattutto per le donne in età fertile, in stato di gravidanza e in allattamento.

La tabella PRAL (potenziale di carico acido renale) è uno strumento fondamentale per valutare l’equilibrio acido-base di una dieta.

Registrati per vedere l'articolo completo

Sei un professionista della salute? Registrati alla prima community dedicata all’Acidosi Metabolica latente per accedere all’area riservata e al materiale scientifico di approfondimento!